Banner
E-mail Stampa PDF

Marco Archetti, Vent'anni che non dormo, Feltrinelli, 2006

 

L’arte di arrangiarsi si chiama Marco. Lui ha un olfatto formidabile, un nonno epico, una madre dolente, un padre che ha pres o il volo, qualche lavoro senza futuro, pochi sogni e molta svagata fatica di vivere. Quando incontra Chiara crede di poterla trasformare, lei inconsapevole, in prostituta. Marco Archetti racconta una storia che si porta dietro un mondo – comico fino alle lacrime, drammatico fino allo scandalo –, e una lingua viva, mossa, capricciosa. E il resto è verve, intelligenza, cattiveria, baldanza, verità.
Marco ha studiato filosofia e ha smesso. Ha lavorato nelle toilette di un autogrill e ha smesso. Ha convissuto con una ragazza e ha smesso di volerla.

Ora lavora in una pizzeria e già non ne può più. Cerca casa e la trova in condivisione con Chiara, una giovane senz’arte né parte ma con molti, troppi amici e soprattutto con una spiccata propensione a consumare in una notte, con l’ingenuità di un cuore facile, un grande amore dopo l’altro. È allora che a Marco viene l’idea: e se questi “grandi amori” glieli procurassi io, dietro adeguato compenso? Detto, fatto. Mentre le giornate se ne vanno, fra il puzzo di pesce e l’orrore dei mangianti, le notti portano quattrini dentro le pagine di un Atlante Geografico De Agostini (il luogo convenuto dove i clienti lasciano le banconote). Ma Marco è veramente un pappone? E Chiara è veramente una prostituta? Per arrivare a una vera risposta bisogna attraversare la ricchezza – davvero sorprendente – del romanzo, dove si incrociano i più bizzarri personaggi (Samantha, un travestito dal cuore d’oro, lo slavo Dragan verde come i suoi detersivi da cucina, i

Leggi tutto...
 
E-mail Stampa PDF

 Yann Martel, La Vita di PiCasale Monferrato, Piemme, 2003

 

           Un ragazzo e quattro animali alla deriva nell'oceano
           Pacifico, superstiti di un tragico naufragio. La loro sfida è la
           sopravvivenza. Tempo pochi giorni e, della zebra ferita,
           dell'orango e della iena non resta che qualche osso cotto dal
           sole. A farne piazza pulita è stata la tigre con cui Pi, giovane
           indiano senza più famiglia, è ora costretto a dividere i pochi
           metri di una scialuppa. Contro ogni logica, il ragazzo decide
           di ammaestrarla. Con l'ingegno, con la forza di uno spirito
           caparbio e visionario Pi affronta la sua grande avventura.
           Ed è un viaggio straordinario, appassionante e terribile,
            ispirato, spiazzante, ironico e violento, che trascina il lettore
           fino all'attimo in cui il sipario si leva sull'ultimo,
           agghiacciante colpo di scena.
Il romanzo ha vinto il prestigioso Booker Prize nel 2002.
È stato anche scelto per il concorso Canada Reads di CBC Radio nel 2003, dove fu
sostenuto dalla scrittrice Nancy Lee.
Anche la sua traduzione in lingua francese, L'Histoire de Pi, fu scelta nella versione francese
della gara, Le combat des livres.
 
E-mail Stampa PDF

Nicola Barker, Disarmati, Roma, Fazi, 2001

Ogni giorno Ronny andando al lavoro attraversa un ponte dove un uomo in piedi saluta le macchine che passano di là. Una volta si ferma e gli chiede come si chiama. I due Ronny
decidono di andare insieme a Sheppey, un'isola alla foce del Tamigi dove uno dei due vive in un prefabbricato. Sull'isola arrivano a poco a poco tutti i personaggi del romanzo che si sfiorano, si scoprono, si ritrovano. Esseri umani danneggiati, disarmati, vulnerabili. "Disarmati" è un ipnotico intrecciarsi di umori e coincidenze, di storie e corpi in apparenza slegati, ma profondamente indipendenti l'uno dell'altro, che costituiscono quasi un lungo apologo sulla friabilità delle relazioni umane e sulla perenne confusione dell'identità.

Nicola Barker è nata in Inghilterra nel 1966, ma ha trascorso buona parte della sua infanzia in Sudafrica. Autrice di vari romanzi e raccolte di racconti, Disarmati, vincitore di numerosi premi letterari, è considerato il suo capolavoro. La sua opera è tradotta in numerosi paesi.


 
E-mail Stampa PDF

Hanif Kureishi, Il corpo, Milano, Bompiani, 2003

 

 Adam, scrittore ricco e affermato ma non più giovane, si sottopone a un innovativo esperimento chirurgico che gli permette di trapiantare il suo cervello nel corpo di un ragazzo. Ritrovate avvenenza e grazia, Adam si dedica con entusiasmo alla sua nuova vita, e parte per un lungo viaggio. Ma una serie di avventure picaresche, deliranti, comiche e fortemente erotiche lo convincono dello sbaglio che, novello Dorian Gray, ha commesso. Adam cercherà di ritornare alla sua vita precedente e, non riuscendovi, sarà costretto per il resto della sua esistenza a vivere nell'ombra. Una riflessione sul ruolo del corpo e dell'apparenza fisica nella società contemporanea, accompagnata in questa edizione da sei racconti brevi che testimoniano l'ineguagliabile capacità di Hanif Kureishi nel ritrarre i dilemmi e le contraddizioni dell'uomo moderno.

Leggi tutto...
 
E-mail Stampa PDF

Alessandro Hellmann, Cent’anni di veleno, Il Caso ACNA:
l’ultima guerra civile italiana,

Viterbo, Nuovi equilibri - Stampa alternativa, 2005
Il volume viene rilasciato sotto la licenza Creative Commons

 

Hai mai visto Bormida? Ha l’acqua color del sangue raggrumato, perché porta via i rfiuti delle abbriche di Cengio e sulle sue rive non cresce più un filo d’erba. Un’acqua più porca e avvelenata, che ti mette freddo nel midollo, specie a vederla di notte sotto la  luna. Beppe Fenoglio, Un giorno di fuoco, Torino, Einaudi 1988

 

L’Acna di Cengio e la Valle Bormida: la storia incredibile e misconosciuta di cent’anni di inquinamento e di collusione tra potere politico e industriale raccontata come si faceva una volta, seduti intorno al fuoco, con

Leggi tutto...
 
Altri articoli...


Pagina 1 di 2

Newsletter

Aderiamo al progetto:

Chi è online

 20 visitatori online